La città comincia ad alzare la voce. Dopo l’articolo de “Il Mattino” della scorsa settimana, sul degrado in cui sta precipitando Arzano, finito sul tavolo del Prefetto Gerarda Pantalone, giovedì scorso ad “alzare il tiro” è toccato al “Movimento 5 Stelle”.

I simpatizzanti arzanesi di Beppe Grillo hanno incontrato alcuni rappresentanti in consiglio regionale del M5 stelle per esternare le loro preoccupazioni su Arzano e cercare di trovare un appoggio a livello regionale: “Impedimenti ed ostacoli riscontrati nei tanti tentativi di collaborazione con la Commissione prefettizia ad Arzano, ci costringono a valutare percorsi istituzionali alternativi. Troppo grande lo stato di abbandono del paese, troppa la lentezza nel ricevere risposte, l’inettitudine e la sufficienza generale con cui vorrebbero abituarci a trattare i problemi…”.

Altri partiti come l’Italia dei Valori, si affidano ad un manifesto che sarà affisso a breve, sull’aumento spropositato della TARI, e anche loro parlano di degrado: “La città si sente abbandonata, anzi, no.  La città è abbandonata”.

Poi c’è il disagio degli anziani rappresentati dalla SPI-CGIL che hanno chiesto un nuovo incontro alla commissione straordinaria. Intanto, anche le associazioni cominciano ad organizzarsi, ogni venerdì si stanno incontrando per trovare un’azione comune contro il degrado in cui è precipitata Arzano. La città si sta svegliando, era ora.

Armando Silvestro

Condividi