Esposto dei cittadini di via Annunziata stufi di patire enormi disagi per la voragine del 29 ottobre 2015. I residenti hanno inoltrato  le loro richieste alla Commissione straordinaria del Comune di Arzano, al Comando dei Vigili Urbani, Carabinieri di Arzano e al Presidente della Regione Campania.

I residenti della zona scrivono che l’interruzione della strada rende impossibile il passaggio pedonale e automobilistico, con ovvie conseguenze sulla vivibilità e libertà di circolazione. si vedono impossibilitati a raggiungere con la propria auto Via Annunziata dalle zone immediatamente attigue, come Via Luigi Rocco e sono costretti invece, a percorrere un giro enorme che va da Via Alfredo Pecchia, a Via Napoli, per poi ridiscendere a Via Melito, stradina del centro che conduce alla Piazza Cimmino, donde, finalmente arrivare di fronte all’imbocco della tanto agognata Via Annunziata. La presenza di auto parcheggiate in Via Annunziata da ambo i lati della strada che, associata al doppio senso di marcia, rende la vita di chi ivi transita con un’auto davvero impossibile, costringendo i conducenti a tornare più volte indietro in retro marcia e ad incastrarsi nei meandri lasciati liberi da auto parcheggiate, lavori in corso di palazzi e pedoni in perenne pericolo. I firmatari dell’esposto Chiedono che il tratto di pochi metri di strada che va dall’incrocio di Via Luigi Rocco con Via Alfredo Pecchia a Via Annunziata, non percorribile perché a senso unico, venga, invece, reso percorribile ai soli residenti e familiari degli abitanti di Via Annunziata; e che, per facilitare il transito delle macchine in doppio senso, venga rispettato il divieto di sosta perennemente disatteso che giace dinanzi alla Chiesa della SS Annunziata; che tutta Via Annunziata venga sgombrata da tutte le macchine in sosta, che rendono impossibile ed arduo il transito giornaliero in doppio senso.

Condividi