Tutti assenti alla Messa di San Sebastiano protettore della Polizia Municipale. Dopo anni di commissariamento, dove l’abituale celebrazione era stata soppressa, quest’anno, con il ritorno della politica si era deciso di ripristinarla, peccato che c’erano solo banchi vuoti. Due soli Vigili Urbani, due giornalisti, qualche fedele e nessun rappresentante dell’amministrazione comunale, sull’altare ad officiare la celebrazione padre Raffaele D’Onofrio e ben quattro ministranti.

Durante l’omelia, dopo aver ricordato la figura di San Sebastiano, Padre Raffaele non ha mascherato la sua delusione per le assenze: “Con il ritorno della politica si era deciso di ripristinare questa celebrazione, che negli anni scorsi, prima dei commissari, vedeva la partecipazione massiccia dell’amministrazione comunale e dei Vigili Urbani, purtroppo oggi, anche per ragioni di servizio, abbiamo solo due degni rappresentanti. Avevo preparato delle cose da dire alla Sindaca, alla Comandante ma purtroppo oggi non sono presenti. Devo dare atto che qualcosa è stato fatto in questi mesi, molto ancora c’è da fare, la Polizia Municipale è il primo interlocutore dei cittadini e questo corpo va ampliato, sono troppo pochi per le esigenze della nostra città”.

Condividi