Riceviamo e pubblichiamo ———–
Mi piace, per rendere chiaro e incisivo il mio intervento, aggiungere un sottotitolo che rubo alla letteratura del novecento italiano ” Quel pasticciaccio brutto delle elezioni arzanesi” E vengo alla riflessione!
Cosa lega l’Amministrazione della nostra Citta’ai rappresentanti politici dell’opposizione ad oltranza? Quale intesa, mai politicamente ed elettoralmente sancita, unisce i rappresentanti di una coalizione che va dai socialisti agli scissionisti del Pd, passando per i rappresentanti di in “partito persona” denominato DeMa,  ai rappresentanti pentastellati dell’assise comunale di Arzano? Quale mutazione genetica ha spinto velocemente il Movimento 5stelle di Arzano nelle braccia della maggioranza che governa il nostro Comune? Dove sono finiti gli urlatori che, del lessico politico, hanno imparato unicamente espressioni di sintesi culturale quali il  Vaffa e il No? E cosa ne pensano gli ispiratori e fondatori del Movimento, soprattutto il massimo esponente con carica istituzionale a cui la Campania ha dato i natali?
Si tratta di un rigurgito di responsabilita’ politica ispirato dai giorni dell’Avvento, o di semplice opportunismo politico orientato dall’immininenza dell’appuntamento elettorale? E’ la mistica cristiana del “tendi  il soccorso ai bisognosi” o semplicemente il calcolo cartesiano indicato dagli inevitabili vincoli dei Collegi?
Sarebbe doveroso, per senso di lealta’ e coerenza, spiegare ai propri elettori in quale stanza si sono impantanati i buoni propositi. Di fronte a quale promessa si sono infranti i dogmatici pilastri della dura opposizione.
Quali calorose strette di mano hanno liquefatto, come neve al sole, i teutonici principi del “mai con la politica dell’inciucio”?
Vorrei, con occhi e cuore innocente, pensare che si tratti di un Regalo di Natale! Forse l’aria festosa e luccicante delle strade cittadine ha condotto i nostri consiglieri pentastellati ad offrire un generoso sostegno alla maggioranza di governo. Sono stati guidati dalla Stella Cometa!
Buon Natale, Buon Anno!
Caterina Errichiello, componente del Direttivo P.D.
Condividi