Dopo l’intervista al gruppo consiliare “Agire” di oggi pomeriggio, sull’argomento Senesi, interviene il vicesindaco Osvaldo Barba.

“Relativamente alle notizie pubblicate sul rapporto Comune di Arzano -Senesi Spa. In qualità di assessore con delega all’ ambiente, mi sento di precisare quanto segue. Il 7 di marzo abbiamo aperto un canale diretto con la Prefettura recandoci con il Sindaco nella sede della Prefettura di Napoli per formalizzare in sinergia le azioni che le normative prevedono visto la nomina di un commissario prefettizio per la Senesi da parte della Prefettura di Fermo che non aveva delega, però, su Arzano. La Prefettura di Napoli settore Antimafia, presso atto del nostro modo di agire, lo condivideva vista la procedura in corso art 32. Inoltre, ribadiva, di assicurarci che i conti fossero di gestione commissariale e di pagare la Senesi solo se il commissario formalizzasse questo requisito. Fatto ciò la Prefettura di Fermo (ricordo che la Senesi ha sede legale nelle Marche) ha richiesto, su nostra sollecitazione, all’ANAC presieduta dal dott.Cantone se il commissario è legittimato a sottoscrivere un contratto che, l’amministratore soggetto ad interdizione, non può firmare. Dal mese di marzo si sono svolte riunioni congiunte delle commissioni Ambiante e Trasparenza, di cui ringrazio i presidenti per l’attenzione sul tema e chiarimenti nel Consiglio Comunale. Passaggi ai quali hanno preso parte tutti i consiglieri di maggioranza e opposizione condividendo le nostre azioni. I verbali di dette riunioni sono atti pubblici. Colgo l’occasione, per ricordare,che stiamo affrontando una grave crisi regionale e che ricordiamo che la Senesi è risultata prima nel mese di giugno ad una gara indetta dalla SUA su istanza dei Commissari Prefettizi, quindi, non scelta da questa Amministrazione. Se posso esprimere il mio giudizio sul servizio ambientale, ritengo il 39 percento di raccolta differenziata un dato insoddisfacente su cui abbiamo prodotto col nostro dirigenti gli atti di contestazione e nonostante stiamo affrontando una delicata crisi regionale come tutte le città della Campania non possiamo permetterci punti di negatività sulla pulizia della città. Nella giornata di ieri, la regione ci ha confermato una nuova isola ecologica che dovremmo probabilmente ritirare entro maggio, frutto di un interazione sulle politiche ambientali con Regione e Città Metropolitana, ritengo giusto che queste notizie siano di dominio pubblico e vi ringrazio.
Inoltre, ritengo come vicesindaco, che questa amministrazione non può e non deve derogare a nessuno passaggio legale in sinergia con gli organismi preposti. Sulla legalità questa amministrazione si muove in piena continuità con il Ministro degli Interni e le sue Prefettura e non per scelte politiche.

Pertanto, non capisco se l’invito che viene fatto, é quello di rinunciare al percorso legale o solo di soffrire le lungaggini di questa percorso. Se fosse quello di rinunciare al percorso deliniato e spero che non sia questo. Ritengo inaccettabile ogni altra Azione che non sia quello individuato con le Prefetture di Napoli e Fermo.
Osvaldo Barba: Osvaldo Barba vice sindaco ARZANO

Condividi