L’intenzione della sindaca Fiorella Esposito di affidare il servizio di pulizia delle sedi comunali agli LSU (Lavoratori Socialmenti Utili) non piace alla FilcamsCGIL. Il segretario Filcams Cgil Area Metropolitana di Napoli, Luigi Riccardi, minaccia lo sciopero e in una lettera inviata anche al Prefetto di Napoli scrive: “La sindaca di Arzano non vuole più affidare il servizio di pulizie presso le sedi e gli uffici del Comune e 6 lavoratrici dal prossimo mese di giugno 2018 non avranno più il lavoro. Sono lavoratrici monoreddito con contratto parte time a 12 ore settimanali, guadagnano circa 500 euro al mese compreso tra 13 esima e 14esima mensilità, lavorano presso il Comune di Arzano da tanti anni . La Filcams Cgil attiverà ogni azione di protesta sindacale e legale a loro tutela. Abbiamo già avviato la procedura di raffreddamento, prossimamente proclameremo una prima giornata di sciopero”.

Come ha spiegato la Sindaca Esposito nell’ultimo Consiglio Comunale: “Paghiamo troppo per un servizio che non ci soddisfa. Tra appalto e subappalto ci guadagnano solo le imprese, mentre le lavoratrici vengono mortificate lavorando solo dodici ore a settimana”.

Condividi