Legambiente rischia di perdere la sua sede. Sulla struttura nelle palazzine Ina Casa di via Alfredo Pecchia, l’interesse di alcune società sportive che vorrebbero farla ritornare al suo vecchio utilizzo, spogliatoio al servizio del campo di basket.

L’attuale sede di Legambiente fu concessa in comodato d’uso dall’allora sindaco Nicola De Mare all’inizio del suo primo mandato, in cambio della manutenzione delle aiuole a verde che circondano la struttura. Durante questi anni i soci dell’associazione ambientalista hanno più volte richiesto il rinnovo del comodato d’uso, senza mai ricevere risposta. Adesso alcuni consiglieri comunali vorrebbero che la struttura ritornasse spogliatoio per i ragazzi che andrebbero a svolgere attività nel campo all’aperto, “sfrattando” gli ambientalisti a cui sarebbe concessa un’altra struttura. Una richiesta e un interesse anomalo per una struttura non a norma, al campo da gioco e agli spalti manca la seconda uscita da utilizzare come via di fuga. Da contraltare a questa necessità di ripristinare l’utilizzo della struttura a favore di alcune società sportive,  c’è il nuovo orario di apertura del “PalaRea”. La struttura di via Bologna, secondo il nuovo Regolamento, che sarà portato domani in Consiglio Comunale, potrà essere utilizzata solo dopo le ore 16.00 e non più dalle 14,30. Secondo i soliti maligni, qualcuno che abita dalle parti del “PalaRea” non deve essere disturbato, mentre quelli che abitano nei pressi del campetto nelle Palazzine Ina Casa possono smettere di stare tranquilli. Di tutto questo se ne discuterà domani in Consiglio Comunale.

Condividi