Dopo la tragica scomparsa di Mario Mancini, a distanza di una settimana l’U.S. Arzanese perde un altro pezzo della sua storia. Vincenzo Romano si è spento ieri pomeriggio nella sua casa di Arzano. Vincenzo negli anni sessanta era stato uno dei punti fermi della squadra biancoceleste, grazie anche alla corporatura esile e scattante,  era un autentico fulmine sulla fascia destra e un pericolo pubblico nell’area di rigore avversaria, famosissimi i suoi gol “di rapina”. L’abbiamo incontrato l’ultima volta alla prentazione di “Dalla prima all’ultima” libro che raccontava la vittoria della sua Arzanese e l’accesso tra i professionisti. Anche in quella occasione (nella foto) aveva voluto raccontare aneddoti della sua squadra del cuore.  Dopo Mancini, il calcio arzanese perde un’altra memoria storica.

I funerali oggi pomeriggio alle 16.00 nella Parrocchia S. Maria Assunta in Cielo e San Ludovico da Casoria in via Colombo.

Condividi