Partirà la prossima settimana la raccolta firme contro l’aumento vertiginoso della Ta.Ri. Dal comitato promotore, abbiamo ricevuto le motivazioni per cui i sottoscrittori chiederanno alla commissione straordinaria di rivedere le tariffe. Di seguito le motivazioni.

I sottoelencati cittadini arzanesi

PREMESSO

  • Che l’anno 2014 è stato il primo anno di applicazione della TARI;
  • Che gli stessi hanno ricevuto la tassa relativa a dicembre 2014, con un notevole incremento rispetto alla tassazione del 2013;
  • Che con delibera del luglio 2015, è stato approvato il ruolo 2015;
  • Che l’ente comune, nella determinazione della stessa imposta per tutte e due gli anni, ha sommato il costo del servizio al costo dello smaltimento e ha applicato una percentuale di incidenza del 70% alle utenze domestiche e del 30% a quelle non domestiche, secondo una certificazione della SENESI (facciamo notare come noi cittadini siamo stati precisi in tutte e due gli anni, poiché la società che gestisce il servizio ha attestato che noi cittadini arzanesi siamo coerenti, poichè sia nel 2014 che nel 2015, manco a farlo apposta, abbiamo prodotto il 70% le utenze domestiche ed il 30% quelle non domestiche);
  • Che non sono previste premialità per chi fa la raccolta differenziata;
  • Che non sono previste agevolazioni per chi ha un carico familiare elevato, anzi viene tassato di più chi ha un carico familiare maggiore;

CONSIDERATO

  • Che gli scriventi, con forza, esprimono il loro disappunto sulle modalità di calcolo della TARI;

CHIEDONO

  • Rimodulazione delle riscossioni anno 2014 e anno 2015;
  • Ricalcolo secondo il seguente criterio: il costo del servizio da imputare alla parte fissa; il costo dello smaltimento alla parte variabile;
  • Introduzione di premialita’ per chi fa la raccolta differenziata;
  • Introduzione di premialità per chi ha un indicatore Isee al di sotto di una certa soglia
Condividi