Premesso che tra i vari compiti di un’Amministrazione Comunale, nonché tra le regole di base di una Comunità civile, vi rientra, senza dubbio alcuno, la ricerca del corretto rapporto tra cittadini e animali, promuovendone il rispetto, la cura e il diritto alla presenza nel territorio.

Al fine di promuovere iniziative che vadano verso la realizzazione e la tutela di quanto esplicitato nella premessa nasce l’iniziativa “safety and friendly”, un progetto che prevede l’individuazione e la costruzione di apposite aree ad accesso controllato, allo scopo di consentire agli amanti dei cani di far divertire i loro amici a quattro zampe in tutta sicurezza e di farli tra loro socializzare.

L’idea nasce da una necessità concreta, ovvero quella di permettere alle tante persone che frequentano la Villa Comunale con i loro cani di lasciarli liberi e farli giocare in tutta sicurezza, nel massimo rispetto dei diritti di tutti coloro i quali, a vario titolo, utilizzano i medesimi spazi.

Tale iniziativa, inoltre, risulta essere perfettamente in linea con quanto afferma l’Ufficio Federale di Veterinaria, secondo cui ai cani devono essere assicurati contatti regolari con gli altri cani e con le persone.

Di seguito il testo della petizione popolare da inviare al Sindaco e al Consiglio Comunale di Arzano:

 “Adibire l’area adiacente ai campetti di bocce,  posta all’ interno della villa comunale,e destinarla allo sgambamento, al gioco e alla socializzazione dei cani in sicurezza, allo scopo di favorire il loro benessere in un ambiente specificamente riservato e, al tempo stesso, non essere fonte di pericolo e di disturbo per gli altri. La suddetta area, già delimitata da muretto e inferriata perimetrale, prevederebbe uno spazio di servizio con abbeveratoi, fontanella e cestino con piante alberi da giardino ed uno spazio di ricreazione con elementi di gioco per i cani medesimi, quale l’attrezzatura per l’Agility Dog. All’ uopo consegue la necessità di rivedere o integrare anche il regolamento al fine di definire le modalità di fruizione di tali spazi, sorveglianza e pulizia. Alleghiamo a questa proposta una raccolta di firme di sostenitori della stessa e confidiamo di ricevere adeguata attenzione”.

Condividi