ATTIVATA UNA TASK FORCE AL COMUNE PER RICEVERE GLI UTENTI PER IL RICALCOLO DELLE BOLLETTE

Aveva ragione ii comitato promotore della raccolta firme contro le tariffe dei rifiuti, i calcoli erano sbagliati. Il Comune di Arzano con un manifesto murale affisso ieri sera, il Responsabile Tributi dell’ente di piazza Cimmino, scrive tra l’altro: “…assicuriamo che sono state attivate le procedure per riportare nella piena rispondenza alla norma ogni eventuale imprecisione di calcolo, conseguente alla prima applicazione di una nuova metodologia…”. Il Comitato promotore aveva fatto notare alcune congruenze che al Comune hanno valutato: “…Nel ringraziare quanti, con spirito di leale collaborazione, si sono fattivamente adoperati con l’Ufficio per tali rilevazioni ed al fine di prevenire facili strumentalizzazioni conseguenti alla perdita del privilegio di imposizioni particolarmente vantaggiose, in particolare per le utenze domestiche, godute fino all’anno 2013 nel previgente regime della tassazione”. Il risparmio per le utenze domestiche non è molto rilevante (30,00-40,00 euro su quelle più alte), diventa, invece molto alto, quasi il doppio, il risparmio per i commercianti negozianti e studi, sgravi consistenti anche per le pertinenze. Per chi ha già pagato, sono previsti rimborsi o detrazioni sulla tassazione per l’anno 2015. Una task forze per ricevere i contribuenti è stata attivata dall’ufficio preposto come si riporta nel manifesto: “Ufficio Ta. Ri., nella più ampia disponibilità offerta con l’apertura dei nostri sportelli dalle ore 9 alle ore 12 nelle giornate di martedì mercoledì, giovedì e venerdì, nonché nell’apertura pomeridiana del martedì dalle ore 16 alle ore 18, e tanto in piena aderenza al consolidato pubblico principio di correttezza e buona fede da sempre intercorso”.

Il Comitato Promotore contro la Ta.RI, dopo questa prima vittoria, non si arrende. La raccolta va avanti per introdurre la premialità per chi fa la raccolta differenziata e per chi ha un indicatore Isee al di sotto di una certa soglia.

 

Condividi