Raggiunto l’accordo tra Comune e le organizzazioni sindacali dei dipendenti comunali sul mancato pagamento del trattamento accessorio al personale per le annualità 2016 e 2017.

I rappresentanti sindacali di Cgil e Uil hanno raggiunto l’accordo con la d elegazione trattante dell’Amministrazione Comunale. Per le note vicissitudini che hanno colpito il nostro Comune, i sindacati non riuscivano a chiudere la liquidazione dei Fondi del 2016 e del 2017. I Fondi vengono finanziati dall’Amministrazione Comunale e rimpinguati annualmente per la ripartizione del salario accessorio di  tutti i dipendenti, è lo strumento che garantisce tutte le attività del personale come le specifiche responsabilità e tutte le altre indennità contrattuali come: produttività, disagio, reperibilità, raggiungimento degli obiettivi, premi di produttività, festività.

L’accordo è stato raggiunto, ma dovrà essere ratificato entro il 25 settembre, con ampia soddisfazione tra le parti.

La mancata sottoscrizione per gli anno 2016 e 2017 ha portato il Sindaco Fiorella Esposito a richiedere specifico parere alla  Corte dei Conti, che ha considerato inammissibile Ia richiesta ” …al fine di scongiurare possibili interferenze e condizionamenti, i quesiti che formano oggetto di esame da parte di altri Organi”.

La parte sindacale compatta, ha proposto la rideterminazione del Fondo 2016 e del Fondo 2017 al fine di liquidare, nel più breve tempo possibile, gli istituti contrattuali agli aventi diritto, cosi da poter procedere alla successiva costituzione del Fondo delle risorse decentrate relativa all’anno 2018.

L’accordo tra sindacati dei comunali e Amministrazione, potrebbe dare nuovo impulso alla macchina comunale, spesso criticata per l’inefficienza e per le sue croniche carenze.

 

 

Condividi