C O M U N E   di    A R Z A N O

A V V I S O
ACCONTO   I.M.U.  –  TA. S. I.  2018

Aliquota Ordinaria  I.M.U.:10,00‰

Delibera  Consiglio Comunale n. 10 del 28/03/2018

 Aliquota Ordinaria  TA.S.I.:  2,50‰*

Delibera  Consiglio Comunale n. 11 del 28/03/2018

 Scadenza ACCONTO:18 GIUGNO 2018

La Legge di Stabilità 2016 (L. 28/12/2015 n. 208) ha introdotto alcune novità per quanto riguarda l’I. M. U.e la TA. S. I.

  • L’abitazione principale e le sue pertinenze(in numero massimo di una per categoria catastale C2, C6, C7)  sono escluse dal pagamento della TA.S.I.  (art.1, comma 14, lett. a – b – d,  Legge n. 208/2015)  ad eccezione di quelle classificate nelle categorie  A/1 – A/8  e  A/9.
  • La riduzione della base imponibile per le abitazioni in comodato d’uso gratuito(art. 1, comma 10, lett. a – b   L. n. 208/2015). Viene introdotta la riduzione del 50% della base imponibile nel caso in cui il comodante sia proprietario del solo immobile concesso in comodato, oppure di due immobili (categoria A), di cui uno adibito necessariamente ad abitazione principale. Inoltre, l’immobile o gli immobili devono trovarsi nello stesso Comune  dove il comodante ha la residenza e la dimora abituale. Alle pertinenze si applica lo stesso trattamento del bene a cui sono asservite. Il comodatario deve utilizzare l’immobile come abitazione principale, quindi trasferirvi la residenza e la dimora abituale. Sono esclusi i comodati per le abitazioni di lusso (A/1 – A/8 -A/9). Il comodato deve essere registratoDeve essere presentata a cura del comodante la dichiarazione  I.M.U. con attestazione del possesso dei requisiti di legge.
  • La riduzione dell’imposta per gli immobili locati a canone concordato (L. n. 431/1998, art. 2, comma 3)  (art.1, commi 53 e 54, L. n. 208/2015). L’imposta determinata applicando l’aliquota stabilita dal Comune è ridotta al 75%  (si andrà a pagare il 75% dell’imposta totale).     Il locatore dovrà presentare apposita dichiarazione entro il 30 giugno 2019;
  •    L’esenzione dei terreni agricoli (art. 1 c. 13 ; comma 10, lett. b e c,  Legge n. 208/2015) dal 01/01/2016, se posseduti e condotti da coltivatori diretti o Imprenditori Agricoli Professionali;

*SI RICORDA CHE SONO TENUTE AL PAGAMENTO DELLA TA.S.I. SOLO ED ESCLUSIVAMENTE LE SEGUENTI CATEGORIE DI IMMOBILI: immobili adibiti ad abitazione principale e classificati nelle categorie di lusso/signorili (A/1 – A/8 – A/9)  e relative pertinenze nel numero massimo di una per categoria catastale.

                                                                                                             IL  DIRIGENTE                                                    

                                                                                        (dott. Salvatore Silvestro)

Condividi