La posizione manifestata in questi giorni dal gruppo consiliare Agire per Arzano
rappresenta una consapevole assunzione di responsabilità nell’interesse della
città e dei gravi problemi che la attanagliano.
Il trascorso dell’attuale consiliatura è stato finora caratterizzo da una totale
fiducia nei confronti delle scelte operate dall’amministrazione, fatte in piena
autonomia e con il nostro incondizionato appoggio. Purtroppo, all’esito dei mesi
passati abbiamo dovuto registrare nostro malgrado scelte fallimentari sotto il
profilo della gestione esecutiva e della risoluzione dei problemi. Questioni come
quelle dell’inesistenza di trasporti pubblici o privati verso la citta Metropolitana, della chiusura di via Annunziata, della contrattualizzazione della Senesi,
dell’incapacità di riscossione dei Tributi, della chiusura delle palestre scolastiche
o della mancata riapertura degli impianti sportivi sono rimaste ferme al palo
ritornando oggi a discutere, per alcune di esse, dopo diciotto mesi di consiliatura,
delle proposte inizialmente scartate.
Sebbene il nostro ruolo sia quello di governo non abbiamo potuto esimerci
dall’evidenziare con criticità che i risultati fallimentari vanno imputati da un lato
a scelte politiche sbagliate e, dall’altro, a chi ne ha ricevuto la responsabilità
gestionale. La peggiore scelta da compiere e che quindi abbiamo ritenuto di
escludere senza alcun dubbio è quella di far finta di niente e individuare le colpe
dei mancati raggiungimenti degli obiettivi in altre cause, seppure esistenti ma La fiducia incondizionata non ha prodotto i risultati sperati e per questo abbiamo
assunto una posizione di intransigenza che andasse nell’esclusiva direzione di un
leale confronto politico all’interno del quale individuare le priorità e adottare
scelte decisionali ampiamente condivise.
Per quanto ci riguarda oggi non esistono altre strade diverse da quella sopra
indicata per costruire un fruttuoso percorso politico. Diversamente non esiteremo
a far mancare il nostro sostegno ogni qualvolta si palesi il buio sospetto di
boicottaggio sulle priorità individuate ovvero di discussioni nei luoghi
istituzionali senza un preventivo e leale confronto.
Auspichiamo un pieno rispetto delle regole politiche che equivale al pieno
rispetto delle regole democratiche. Auspichiamo il ritorno della supremazia della
politica in luogo di una “rivoluzione” che seppure gentile mortifica i
fondamentali principi di legalità, trasparenza e correttezza istituzionale.
Se si è in grado di volgere lo sguardo verso un nuovo corso politico
ricompattando la maggioranza di governo voluta dagli elettori intorno ad un
faticoso ma leale dialogo politico fondato sui principi sopra evidenziati allora
saremo i più fervidi sostenitori della coalizione guidata dal sindaco Fiorella
Esposito. Altrimenti saremo ben lieti di soddisfare i desideri di chi ama definirci
“ricattatori politici” ponendo quale oggetto del ricatto l’interesse primario della
città di Arzano prima di qualunque altro interesse personale e non collettivo.
I Consiglieri Comunali di
AGIRE PER ARZANO
Russiello Mario
Errichiello Rosario
Falzarano Nicola
Rocco Giuseppe

Condividi