Riceviamo e pubblichiamo ———————————————————-

La vicenda delle strutture sportive comunali e delle palestre scolastiche richiede un fermo e deciso intervento del gruppo AGIRE. Lo sport e con esso le strutture sportive sono, per la maggioranza intera e per il nostro gruppo in particolare, una priorità da sempre dichiarata in tutte le sedi, informali ed istituzionali. Abbiamo gridato a gran voce nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale “anticamorra” che lo sport rappresenta la via di fuga per quei ragazzi che vogliono sottrarsi alla criminalità organizzata, pronta ad accoglierli per strada per il controllo del territorio e del malaffare. Ritrovarsi alla fine del mese di settembre con le palestre scolastiche chiuse per mancanza delle certificazioni di sicurezza dopo oltre un anno di amministrazione riporta ad un principio di responsabilità al quale la politica non può sottrarsi. Una corretta seppur minima programmazione impone – a chi ne ha la responsabilità politica ed amministrativa – di prevedere che settembre è il mese di inizio delle attività sportive per oltre mille ragazze e ragazzi arzanesi e provvedere di conseguenza a reperire i necessari fondi per l’ordinaria gestione. Con delibera di Giunta Comunale del 01 Febbraio 2018 si è proceduto all’adozione dello “Schema del Programma triennale dei lavori pubblici 2018-2020”. Il 10 Aprile scorso è stato discusso ed approvato in Consiglio Comunale il Bilancio di Previsione triennale 2018-2020. Il 30 Luglio scorso è stata approvata in Consiglio Comunale una variazione di assestamento del bilancio di previsione che avrebbe potuto consentire – laddove ve ne fosse stato il reale bisogno anche a seguito della prevista programmazione negli atti sopra indicati – lo spostamento di fondi sul capitolo dell’edilizia sportiva per garantire gli interventi necessari. Sempre nella seduta del 30 luglio scorso è stato approvato in Consiglio Comunale il Regolamento per l’utilizzo degli impianti sportivi comunali e delle palestre scolastiche, dopo un ampio e lungo confronto all’interno della V Commissione Consiliare permanente con l’intervento degli assessori allo Sport ed all’edilizia sportiva. E’ evidente, quindi, che c’è stato tempo e modo per fornire alle strutture sportive le certificazioni utili per l’inizio delle attività in tutta sicurezza, anche sotto il profilo documentale-amministrativo. Discorso analogo va fatto per gli impianti sportivi comunali. Il lungo travaglio del Palarea è quasi terminato e con esso si avrà nuovamente un motivo di vanto per la cittadinanza intera e un auspicabile beneficio per gli alunni della D’Auria-Nosengo che riutilizzeranno nella loro palestra le vecchie doghe in legno rimosse dal Palarea. Nota dolente il Sabatino De Rosa. Abbiamo bisogno di ribadire con forza che lo Stadio dovrà riaprire il più presto possibile. Le vandalizzazioni hanno più volte colpito il campo sportivo ma non lo hanno mai fermato. E’ necessario che l’intera amministrazione Esposito concentri i suoi sforzi per dare seguito all’impegno assunto nei confronti della città di Arzano per la “Riqualificazione delle strutture sportive, in particolare dello Stadio Sabatino De Rosa”. Da parte nostra garantiamo il massimo impegno istituzionale per mettere al centro della discussione politica la riapertura dello Stadio, già convocando nei prossimi giorni una specifica commissione consiliare monotematica. Da parte di altri ci aspettiamo un’attenta valutazione dell’operato politico ed una conseguente assunzione di responsabilità nei confronti dei cittadini arzanesi.

Russiello Mario

Errichiello Rosario

Falzarano Nicola

Rocco Giuseppe

Condividi