In occasione del centenario della nascita di Monsignor Luigi Diligenza, il Prefetto di Lecco e nostro concittadino Castrese De Rosa, per testimoniare la sua vicinanza alla città e all’evento, ha voluto inviare una lettera agli arzanesi in occasione di questa importante ricorrenza.

Lecco, 8 febbraio 2021

Carissimi concittadini,

sarei volentieri intervenuto alle celebrazioni in onore del nostro indimenticato Arcivescovo, Monsignor Luigi Diligenza, ma la pandemia e i mille impegni di questo periodo mi impediscono di lasciare la Lombardia dove oggi lavoro.

Il 10 febbraio, Monsignor Diligenza avrebbe compiuto 100 anni, a 10 anni dalla sua morte, Arzano intende ricordarlo come merita per quello che è stato in vita, ma soprattutto per la sua opera pastorale e la sua testimonianza di fede autentica che non muoiono mai e che non andranno disperse.

Credo che sia stata una figura unica, per l’eredità Cristiana che ci ha lasciato e da cui si deve ripartire per il riscatto morale e sociale di questa nostra martoriata, ma amata città.

Vorrei far giungere ai suoi familiari, a tutti i cittadini arzanesi la mia sincera vicinanza.

Monsignor Diligenza ha trasmesso con il suo apostolato un messaggio di vita e di speranza che non può restare inascoltato. Ero adolescente quando l’ho conosciuto, frequentavo la casa dei suoi congiunti, abitavamo vicino, in via Leonardo Da Vinci, praticamente di fronte, ricordo i tanti incontri con lui, rimanevo sempre affascinato dalle sue parole, dalla sua umanità, dalla sua straordinaria semplicità.

Non disperdiamo quando il nostro amato Arcivescovo ci ha tramandato con la sua fede autentica.

Tanti auguri Don Luigi, non la dimenticheremo mai.

Un caro abbraccio a tutti gli arzanesi.

Castrese De Rosa

Condividi