Comunicato stampa DemA

L’esito del Consiglio Comunale del 4 febbraio ci lascia interdetti.
La mancata approvazione della delibera proposta dall’Assessore Maida, che restituiva un meccanismo di audit a supporto dell’Amministrazione e a tutela dell’Ente, in un frangente che vede l’attività amministrativa attenzionata dalla commissione prefettizia, è un fatto grave.
Con l’audit avremmo avuto un cambio di rotta in tema di politiche di bilancio. Chi ha votato contro non ha voluto che l’Ente adottasse un sistema di controllo imparziale, trasparente e pianificato, ma, soprattutto utile e tempestivo.
È assurdo che questa maggioranza sulle questioni importanti e serie, a causa di un gruppo nato dall’aggregazione di quattro consiglieri eletti in altre liste, viene meno e sfugge alle responsabilità che la gestione politica di un paese richiede nei momenti critici. Tanto più se la dialettica politica non produce alcun dibattito sui contenuti, ma solo lamentele sulla gravosa situazione finanziaria.
Riconosciamo che la Sindaca ha percorso tutte le strade per mantenere compatta la maggioranza, anche oltre il consentito dalla mediazione politica, fino ad arrivare a fare un accorato appello in Consiglio Comunale.
Pertanto, così come sottoscritto nell’Atto di indirizzo su legalità e trasparenza, approvato all’unanimità dai Consiglieri Comunali, auspichiamo di proseguire il proprio mandato elettorale con maggiore tenacia, dando concreti segnali di cambiamento nell’azione amministrava e politica.

Condividi