COMUNE DI ARZANO                                                                                                                

Si informano le famiglie con portatori di Handicap, che entro e comunque non oltre il 1° Marzo 2019 sarà possibile presentare la domanda di concessione del contributo per la realizzazione degli interventi finalizzati al superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati così come previsto dalla Legge n, 13/1989). Il contributo è possibile concederlo solo per gli immobili privati, ove risiedono disabili con problemi relativi alla deambulazione e a tutte le limitazioni funzionali permanenti) ivi compresi la cecità.                                                                                                                           ’

I cittadini che faranno la richiesta del contributo al Comune devono:

  • Essere in condizioni di invalidità;
  • Essere domiciliati nell’alloggio in cui sono necessari i lavori per l’abbattimento delle barriere;
  • Qualora il richiedente non sia il proprietario, è importante l’autorizzazione del proprietario dell’ alloggio per i lavori di abbattimento delle barriere;
  • Non avere già effettuato o iniziato l’esecuzione dei lavori.

Le domande di ammissione al contributo, debitamente compilate secando lo schema predisposto ed allegato, dovranno pervenire all’Ufficio Protocollo d Piazza Cimmino entro e non oltre la data del 1° Marzo 2019.

Alla domanda di concessione del contributo è necessario allegare:

l’istanza in bollo con la descrizione anche sommaria delle opere e de prevista;

il certificato medico (che può essere redatto e sottoscritto anche dal medico generico), in carta semplice, attestante l’handicap del richiedente, con precisazione delle patologie e quali obiettive difficoltà alla mobilità ne discendano, con specificazione che l’handicap consiste in una menomazione o limitazione funzionale permanente;

  • l’autocertificazione in cui specificare l’ubicazione dell immobile dove risiede il richiedente e su cui si vuole intervenire (via, numero civico ed eventualmente l’interno);
  • fotocopia di un valido documento di identità;
  • la descrizione sommaria degli ostacoli alla mobilità correlati all’ esistenza di barriere o all’ assenza di segnalazioni;
  • la dichiarazione che gli interventi per cui si richiede il contributo non sono già stati realizzati o né sono in corso di esecuzione; autorizzazione del proprietario;

Per l’esecuzione delle opere è necessario attendere la pubblicazione dell’elenco delle domande ammesse.  E’ in capo al richiedente il rischio della eventuale mancata concessione di contributo qualora le opere stano avviate prima della conclusione del procedimento amministrativo di ammissione al contributo.

Il Dirigente Comandante
Col. Agliata Dott. ssa Antonietta

 

Condividi