La conoscenza è il mezzo con cui si combatte ogni cosa. Ogni problema, ogni difficoltà derivata da questa situazione d’emergenza impone ad ognuno  di noi comprendere, in senso pratico, contro cosa stiamo combattendo e pertanto, perché sono indispensabili le misure di sicurezza e contenimento che stiamo adottando. Conosciamo allora!

Che cos’è il coronavirus? E perché è importante limitare i contatti tra i singoli individui?

I virus sono particelle infettanti costituite da un acido nucleico (DNA o RNA), nel caso del coronavirus l’RNA, racchiuso all’interno di uno scheletro di natura proteica (capside), come una specie di minuscola pallina da ping pong che contiene un filo di spago che costituisce il suo genoma. Le dimensioni di un virus possono essere davvero molto piccole: pensate che il coronavirus è grande circa 100-150 nanometri (1 nanometro equivale a un miliardesimo di metro!)

I virus sono PARASSITI ENDOCELLULARI OBBLIGATI, il che vuol dire che per RIPRODURSI e quindi per assolvere alla funzione di qualsiasi individuo, ovvero procreare e MOLTIPLICARSI, deve utilizzare una cellula ospite. Infatti, una volta entrato all’interno della cellula ospite (nel caso del coronavirus, le cellule bersaglio primarie sono quelle epiteliali del tratto respiratorio), sfrutta l’apparato biosintetico della cellula stessa per la sintesi di molecole specifiche virali (nuovi virus) che, una volta assemblate fra loro, andranno a costruire tante fedelissime copie del virus pronte ad infettare un nuovo individuo.

La via primaria di contagio sono le goccioline del respiro delle persone infette ad esempio tramite:

  • la saliva, tossendo e starnutendo
  • contatti diretti personali
  • le mani, ad esempio toccando con le mani contaminate (non ancora lavate) bocca, naso o occhi

Un virus quindi non ha né gambe, né braccia, né mani ma utilizza le nostre gambe, braccia e mani per entrare nel nostro organismo dove può liberamente replicarsi.

Quindi l’unico modo per arginare l’epidemia è impedire che il virus passi “da uomo a uomo”, è così! L’unico modo per impedire che il virus faccia tante altre copie di sé stesso è limitare il più possibile i contatti.

Rimanete a casa, fatelo per i vostri figli, per i vostri genitori, fatelo per voi per ritornare quanto prima alle nostre belle, bellissime attività quotidiane!

#IoRestoaCasa

Luigi Rosati

Condividi