Nuova interrogazione sul Comune di Arzano del Senatore Mario Michele Giarrusso, membro tra l’altro, della Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali, anche straniere.

Il senatore, in un’interrogazione presentata martedì 15 dicembre 2020, dopo aver elencato tutti gli accadimenti degli ultimi mesi verificatisi ad Arzano, alla fine chiede al Ministro Lamorgese, quali iniziative intenda realizzare per porre fine ai fenomeni delinquenziali?

L’interrogazione del senatore Mario Michele Giarrusso eletto nel Movimento Cinque Stelle a Catania, ora al gruppo misto, ci ha incuriosito. Spulciando nel nostro archivio, abbiamo notato alcune analogie con un’altra interrogazione su Arzano, presentata dal senatore Antonio Iannone di Fratelli d’Italia il 10 ottobre 2019.

Nel 2019 il senatore Iannone di Nocera Inferiore scriveva tra l’altro: ” (le intimidazioni, ndr) … ormai debordano nelle consuetudinarie minacce rivolte a quanti non si rassegnano alla subalternità ossequiosa verso il potere clientelar-camorristico…“. Il Senatore Giarrusso scrive il 15 dicembre 2020 nella sua interrogazione: “…ormai debordano nelle consuetudinarie minacce rivolte a quanti non si rassegnano alla subalternità ossequiosa verso il potere politico-camorristico…“. Poca cosa si potrebbe obiettare, inoltre, alla fine della frase cambia anche il potere.

Analogie tra le due interrogazioni le ritroviamo anche in un altro periodo. Giarrusso scrive “… considerato che questi comportamenti si vanno diffondendo fino al punto di creare una vera e propria coltre di intimidazione diffusa sul territorio contro chi cerca di raccontare e riportare alla luce verità evidentemente scomode e di attacchi sempre più frequenti alla stampa.”

Nel 2019 il senatore Iannone scriveva: “…considerato che questi comportamenti si vanno diffondendo fino al punto di creare una vera e propria coltre di intimidazione diffusa sul territorio contro chi cerca di raccontare e riportare alla luce verità evidentemente scomode nell’attività di giornalisti…”. Giarrusso parla di stampa in generale, Iannone di seguito elenca anche i nomi dei giornalisti.

Si tratto solo di un caso? Molto probabilmente.

Condividi