La Sindaca non ci sta! In un lungo post, pubblicato sul suo profilo, risponde a quelli che hanno criticato pesantemente il suo operato sulla vicende delle strutture sportive e palestre scolastiche ancora chiuse. La prima cittadina, restituisce al mittente tutte le accuse, di seguito il post pubblicato questa mattina.

Per anni, è stato consentito l’utilizzo delle strutture sportive senza nessun tipo di manutenzione, tanto da ridurre il patrimonio dell’Ente in condizioni disastrose.
Palestre concesse ad associazioni senza certificazioni di sicurezza, senza idonee misure antincendio, senza nessun controllo.
Questa Amministrazione non vuole piangere lacrime di coccodrillo e non vuole aspettare che accada l’imprevisto.
La sicurezza dei ragazzi, dei giovani e degli sportivi è essenziale e proprio per garantirla l’Amministrazione ha attivato i controlli previsti da precise norme di legge, con le verifiche dei Vigili del Fuoco e la predisposizione delle azioni necessarie a far usare le palestre senza nessun rischio.

I genitori che affidano i loro figli alle associazioni devono poter essere sicuri di lasciarli in strutture idonee, perché noi gli Angeli del soccorso non vogliamo chiamarli per salvare vite umane, ma per prevenire disastri.

Perché non è stato fatto prima, per esempio a maggio o giugno?

Perché questa Amministrazione non ha trovato il becco di un quattrino, solo debiti in grande quantità, e perché è dovuta intervenire raschiando dai capitoli di bilancio per riaprire via Annunziata (proprio oggi la ditta di demolizione farà il sopralluogo) e per recuperare il Palarea bucherellato da 5 anni.
Noi non tuteliamo i piccoli orticelli o gli interessi di qualcuno, noi lavoriamo per il bene della collettività rispettando le Leggi dello Stato.
Anche questa è #rivoluzionegentile in una Città messa in ginocchio dal malaffare, dall’inciviltà, dall’irresponsabilità.

Condividi