CASAVATORE (NA) – Dopo il pareggio nel recupero infasettimanale di Cellole, l’Arzano City sfida la Real Grumese in una partita fondamentale per le sorti del campionato, Mister Aveta cerca la sua prima vittoria sulla panchina del City e per la prima volta può contare su buona parte della rosa a sua disposizione, arriva a Casavatore la Grumese penultima e con l’etichetta di bestia nera per la compagine Arzanese che negli ultimi tre anni ha vinto una sola volta nel match salvezza decisivo dello scorso anno e collezionato tutte sconfitte, quindi una partita non facile da gestire. Parte forte l’Arzano City anche se il caldo condiziona il ritmo, ma il pallino del gioco sin dall’inizio è tutto nella squadra di casa che trova il vantaggio al 20esimo da un calcio d’angolo di Ciotola, Lombardi fa fallo in area toccando il pallone con la mano, calcio di rigore dagli 11 metri si presenta Lucenti che non sbaglia siglando il suo secondo goal stagionale e confermando di essere rinato sotto la gestione Aveta, il City dopo il goal inizia a giocare con più convinzione e sfiora più volte il raddoppio la reazione della Grumese è sterile e non impensierisce mai Brandi, si chiude così il primo tempo. Nella ripresa il City parte subito forte per chiudere la partita e trova il 2 a 0 con Viola che di rapina mette in rete il solito cross preciso di Ciotola da una punizione sul lato sinistro dell’Attacco, la pratica sembra chiusa anche perchè non ci sono grandi sussulti se non una bella parata di Brandi, ma a 10 minuti dalla fine la Grumese rientra in partita da un errore in disimpegno di Mele, Iaquinangelo commette ingenuamente fallo da rigore, dagli 11 metri Di Perna non sbaglia e accorcia le distanze, ma non basta. Finisce la partita, una vittoria che da la salvezza quasi matematica al City che ora giocherà queste altre 7 finali cercando di dare tutto fino alle fine, soddisfazione per Mister Aveta che trova la prima vittoria, martedì riprende la preparazione in vista della partita contro il Plajanum Chiaiano dell’ex Sandro Marino.

Da Facebook

Condividi