Dopo il nostro articolo sui rifiuti ingombranti abbandonati ad ogni angolo di strada, abbiamo ricevuto un comunicato stampa dalla Senesi S.p.A. che gestisce il servizio di prelievo dei rifiuti nel Comune di Arzano.

In riferimento al Vs articolo “ Città invasa dai rifiuti ingombranti, il comune ricorda il numero di telefono” vogliamo sottolineare che il Comune di Arzano ci ha comunicato l’indisponibilità a fornirci piattaforme per lo smaltimento dei rifiuti ingombranti in quanto in attesa di espletare una nuova gara di appalto che si concluderà il 24 c.m .Abbiamo più volte palesato all’ente comunale la difficoltà che l’utenza ci manifesta per l’interruzione di un servizio fondamentale per il pubblico decoro,richiesta rimasta inevasa. Tale situazione di grande disagio ha costretto la suddetta Azienda a bloccare tutti i ritiri domiciliari e tutti i conferimenti presso l’isola ecologica di Via Cardarelli in attesa di nuove disposizioni da parte del Comune di Arzano.

Naturalmente le situazioni segnalate dal vostro giornale si riferiscono ad abbandoni incontrollati e selvaggi.

Questo il comunicato della Senesi S.p.A, due domande sono lecite: a che serve, da parte del Comune di Arzano, ribadire il numero verde? per sentirsi rispondere: “Purtroppo non possiamo ritirali, teneteveli in casa”. Infine, ancora una volta la programmazione dei dirigenti comunali resta un’utopia,  la città è invasa da rifiuti ingombranti e la nuova gara di appalto si svolgerà solo domani. Pur trattandosi di un servizio bisognerà attendere l’aggiudicazione, la documentazione…

Il famoso “stop e start” una ditta finisce e un’altra comincia senza interruzioni di sorta è ancora una lontana chimera.

Condividi