Sono del Bangladesh i quarantacinque migranti ospitati da questo pomeriggio nell’ex struttura de “Le Magnolie” di via Colombo. La struttura da qualche mese ha smesso di essere una residenza per anziani ed è stata rilevata da una società napoletana. Tra i quarantacinque migranti ci sono dieci medici, la nuova società che gestisce la struttura oltre ad assumere cinque dipendenti della vecchia gestione, nei giorni scorsi aveva provveduto ad acquistare letti e materassi presso un azienda arzanese, anche per i generi alimentari si rifornirà solo presso esercenti locali.

Nell’ambito dell’operazione umanitaria “Mare nostrum” il Prefetto di Napoli ha richiesto a tutti i Comuni della provincia la disponibilità a mettere a disposizione immobili comunali per l’accoglienza temporanea di un numero di migranti; la Commissione Straordinaria il 23 febbraio aveva deciso di rispondere positivamente alla richiesta del Prefetto di Napoli, per fare fronte all’emergenza dell’accoglienza dei profughi e garantire l’equa distribuzione degli stessi sul territorio provinciale. Al Prefetto di Napoli è stato proposto l’immobile confiscato in via Compagna, traversa di via C. Colombo.

Questo pomeriggio, invece, l’arrivo dei quarantacinque migranti del Bangladesh nella struttura ex “Le Magnolie”.

 

Condividi