Riceviamo e Pubblichiamo ———————————————-

L’Arte di progettare le città per le persone e non le persone per le città! Questo il.paradigma di ogni ipotesi di progetto politico per individuare traiettorie di sviluppo e crescita sostenibile dei nostri Territori. L’assenza di una visione di assetto urbanistico che contempli la “forma” dei nostri territori, dove la forma non e’ semplicemente il perimetro o il contenitore nel quale organizzare , in ordine sparso, la vita dei cittadini, appare oggi piu’ che mai il vero ed ineludibile problema, fonte e causa del declino e del depauperamento dei nostri territori. Il concetto di Periferia coincide, infatti, non piu’ semplicemente con l’inquadramento di ordine amministrativo, ma come distanza socio-economica dal Centro e, quindi, come condizione di marginalita’ e isolamento. L’assenza di un programma di sviluppo che includa servizi pubblici,decoro urbano, spazi di aggregazione, infrastrutture e servizi a sostegno delle imprese e, soprattutto, soluzioni per una mobilita’ sostenibile ed efficiente, rappresenta la reale emergenza e criticita’ delle nostre aree. E per la Citta’ di Arzano, la cronica carenza di una rete pubblica di servizi per la mobilita’ delle persone, deve essere iscritta tra le cause principali dell’impoverimento e isolamento della nostra Città.L’assenza di adeguati servizi per la Mobilità delle persone condanna, in un mondo interconnesso e dinamico, le comunita’ alla chiusura e al ricorso a soluzioni personali, con costi sociali elevatissimi e fuori da qualsiasi ipotesi di approccio “green” !
– Ambiente, Urbanistica, Mobilità , Sviluppo, sono aspetti interconnessi le cui soluzioni impongono una visione d’insieme, globale e non parcellizzata.Cosi’ come interconnesse dovrebbero essere le idee e le soluzioni, conseguenza di una cultura del “generale” e non del ” particolare” perche’ I microcosmi sono inevitabilmente collegati ai macrocosmi e gli approcci individuali devono trovare espessione, nell’azione pubblica, in una visione collettiva. Per questo I Partiti, I movimenti civici, il mondo delle associazioni, in questo momento, sono chiamati a rappresentare veri e propri “incubatori di idee”, laboratori di innovazione sociale, in una prospettiva di medio-lungo periodo.
Le soluzioni che l’istanza sociale reclama, ritornando al problema della Mobilità, devono necessariamente investire un orizzonte temporale di breve e medio-lungo periodo. Soluzioni “smart” riconducibili anche ad un approccio suggerito dalla share economy o economia della condivisione, potrebbero rappresentare proposte praticabili nel breve periodo. Pensiamo alla possibilita’ di connetterci con le vicine stazioni della ferrovia o della metropolitana con il sistema del bike sharing o car sharing elettriche e a noleggio, soluzione ecologica utile a decongestionare lo spazio urbano. La possibiltà di progettare una mobiltà su gomma con bus elettrici o tram leggeri che colleghino la periferia alle stazioni, in una logica reticolare, potrebbe rappresentare la creazione di “hub”‘ per la Mobilita’ urbana. Il territorio di Arzano, escluso a suo tempo dall’intervento programmato per il completamento dell’anello della metropolitana, d’intesa con I tecnici e I rappresentanti della Regione, reclama attenzione e soluzioni. L’Agenda politica del centro-sinistra deve porre la massima cura a questo problema, se vogliamo dare senso e sostanza al rilancio delle periferie. E’ su questi temi che il Circolo PD di Arzano sta concentrando I propri sforzi, in atteggiamento di ascolto dei cittadini e di relazione con I rappresentanti istituzionali. Perchè il silenzio assordante, come direbbe il cantautore, Fa Rumore! E la Politica e’ chiamata a fare la sua parte, perche’ e’ suo compito cercare soluzioni a problemi reali, affermando idealmente e praticamente strategie e modelli di governance, con approccio reticolare e di filiera dal punto di vista politico-istituzionale.

Occorre chiamare a raccolta tutto il potenziale di energie, idee e competenze che possano connettersi intorno ad un’idea di sviluppo e rinascita dei nostri Territori, con uno sguardo ampio e lungimirante. Pena l’ineluttabile destino della decadenza!
Caterina Errichiello
Segretaria Circolo PD di Arzano

 

Condividi