La “Grande coalizione” forse non si farà. Arrivano solo “niet” all’ingresso di “ABC” nell’alleanza di centrosinistra in vista delle prossime elezioni del 26 maggio, scioglimento permettendo. Stasera nuova riunione dei partiti e delle liste civiche che nella passata tornata elettorale avevano appoggiato Gennaro De Mare. All’ordine del giorno, si può ipotizzare, un solo punto: come comunicare ai socialisti di ABC che la “grande coalizione” non si farà. Nella riunione di venerdì scorso i toni non erano stati pacati, le prime perplessità, per usare un eufemismo, erano state espresse dal segretario del Partito Democratico Salvatore Borreale, un intervento a gamba tesa che lasciava pochi margini di recupero. Poi era toccato a Vincenzo Iovino, che si era dimostrato favorevole ad un ingresso nella coalizione degli ex compagni di viaggio di Fiorella Esposito.  Contro anche l’ex consigliere comunale Domenico Aria, mentre Gennaro De Mare aveva chiesto apertamente un atto di discontinuità con l’esperienza Esposito, con l’accantonamento di tutti gli attori principali della passata legislatura. A mediare Giuseppe Rocco.

Con la riunione di questa sera potrebbe arrivare il “No” definitivo all’argamento del centrosinistra ad ABC. A questo punto non sarebbe balzana la notizia di un quarto polo con ABC e i resti dell’ex civica “Con Fiorella Esposito” sindaco.

Sull’altro versante, continuano le riunioni in “Attiva Arzano”, si cercano candidati per allargare la coalizione ad almeno quattro liste, anche se, bisogna fare i conti con il poco entusiasmo di De.Ma e “Arzano in Comune” poco propensi a tuffarsi in una nuova campagna elettorale. A destra oltre a “Fratelli d’Italia” al momento non c’è nulla, i salviniani stentano ad uscire allo scoperto.

Condividi