Profonda tristezza nell’ambiente dell’U.S. Arzanese, dopo l’ultimo raid vandalico negli spogliatoi dello stadio “Sabatino De Rosa”. Gennaro Portanova, direttore sportivo dei biancocelesti, non nasconde la sua amarezza: “E’ stata una doccia gelata per tutti noi. Con l’Amministrazione Comunale stavamo lavorando per la riapertura della struttura dopo settimane di incomprensioni, avevamo trovato finalmente un punto d’incontro, questo ennesimo atto criminale pregiudica non poco il nostro inizio di campionato”. La squadra, iscritta al campionato di 2^ Categoria, sarà costretta  a trovarsi un nuovo impianto per svolgere la preparazione precampionato, Portanova analizza la ricaduta che avrà sulla società l’indisponibilità dello stadio: “Ho chiesto ospitalità allo stadio di Casoria, ma la cifra che mi hanno chiesto è troppo alta per le nostre possibilità, inotre, proprio ieri abbiamo iscritto la società anche al campionato Juniores Regionale, cerchiamo di creare i presupposti per un ripescaggio il prossimo anno. Speriamo solo di superare questo ennesimo scoglio”.

Nella foto: Lo stadio “Sabatino De Rosa” nel riquadro Gennaro Portanova

Condividi