La TARI, come tutti sanno, è la tassa che ogni Comune impone ai cittadini per finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani.

Questo è, forse, il tributo più gravoso e, quasi sicuramente, il più odioso, perché non sempre, all’esborso, corrisponde un servizio adeguato; inoltre la tariffazione, da parte dei Comuni, non sempre è puntuale e corretta.

Anche ad Arzano, da gran tempo, si fanno sentire, da quasi tutte le componenti sociali, le lamentele per la lacunosa raccolta dei rifiuti, per la non sempre attenta pulizia delle strade, nonché per la modalità applicativa della TARI da parte del Comune.

Sensibile, come sempre, verso le problematiche sociali della sua città, l’Associazione Agrippinus ha, pertanto, ritenuto opportuno promuovere un “Incontro-Convegno” sul tema, nel quale, dopo aver analizzato gli aspetti normativi, applicativi e gestionali della tassa sui rifiuti, potranno essere ridiscussi i costi del servizio e prospettate nuove ipotesi per una possibile rideterminazione delle tariffe.

Per fornire, però, informazioni e risposte più puntuali e precise alla cittadinanza sulle suddette tematiche, nella fase di preparazione di detto Incontro-Convegno, si è ritenuto fondamentale la presenza ed il contributo delle rappresentanze istituzionali e delle Associazioni di volontariato e di promozione sociale presenti sul territorio.

Così sono state indette delle riunioni preliminari, nelle quali poter definire modalità e tempi dell’evento.

La prima di tali riunioni si è svolta già venerdì 18 gennaio, mentre la seconda si è celebrata venerdì scorso.

L’Agrippinus ha voluto, però, già dal primo incontro, rimarcare che ci si dovrà limitare, esclusivamente, ad analisi tecniche, non avendo, essa, finalità politiche.

Proprio per questo non ha ritenuto opportuno coinvolgere, in queste prime fasi, tutte le forze politiche presenti in Consiglio Comunale, anche se, in occasione dell’Incontro-Convegno, tutte saranno invitate, insieme alla stampa ed alla cittadinanza, a partecipare, a formulare – se lo vorranno – le loro proposte e a dare i loro suggerimenti, in positivo.

In entrambe queste due riunioni preliminari, tutti i rappresentanti delle Associazioni e delle Istituzioni invitati hanno potuto esprimere le loro opinioni sulla data e sulle modalità di svolgimento dell’Incontro-Convegno.

Analogamente, nel suddetto Incontro-Convegno – quando si celebrerà – tutti coloro che hanno accolto l’invito ed hanno partecipato alle suddette riunioni, saranno protagonisti dell’evento.

In quell’occasione si cercherà di dar voce a tutti, purché tutte queste voci siano orientate verso la medesima finalità: quella di fare in modo che si giunga a proposte concrete e serie. Proposte che si muovano nell’ottica di garantire, ai cittadini arzanesi, una tassazione equa ed un servizio di raccolta e smaltimento più efficiente e corretto.

È bene puntualizzare che l’Incontro-Convegno non sarà finalizzato alla ricerca dei “responsabili” dei costi gravanti sui cittadini arzanesi, ma alla ricerca di soluzioni per ottimizzare il servizio e per ridurre i costi.
Riduzione che potrà avvenire solo – o specialmente – incrementando le percentuali di raccolta differenziata e di recupero, istituendo una pratica di premialità per i cittadini virtuosi, una sorta di penalità per coloro che disattendono alle regole previste nel conferimento dei rifiuti, e, cosa ancor più importante, scovando gli evasori.

L’obiettivo, in definitiva, è quello di mettere in evidenza le migliori procedure in materia di rifiuti urbani e di tariffazione, al fine di raggiungere un elevato livello di decoro urbano, di tutela ambientale, nonché di giustizia sociale.

Fonte: Pagina Facebook Agrippinus

Condividi