La Tosap come le precedenti cartelle pazze? Se lo chiedono alcuni cittadini che ieri, 22 febbraio 2020, si sono visti recapitare la tassa per l’occupazione spazi e aree pubbliche, il famoso Passo carrabile. Il tributo, come si evince dalla foto, scadeva il 31 gennaio 2020 ed è stato recapito con 22 giorni di ritardo, intanto il condominio in questione aveva già provveduto al pagamento nei termini. Inoltre, l’intestatario della missiva spedita dal comune di Arzano, non è più residente nel fabbricato in questine da oltre dieci anni (c’era ancora il nome sul citofono), infine era un semplice inquilino. Tanti errori in un solo avviso. Insomma, il Comune di Arzano come i Testimoni di Geova o un Salvini qualunque, legge sui citofoni e bussa, nel suo caso a tributi. Altri errori ci sono stati segnalati dai cittadini, come la richiesta, segnalata più volte negli anni scorsi, di ripartire il tributo tra i proprietari di uno stabile, spesso in lite tra di loro. Invece, il Comune di Arzano continua ad affidarsi ai citofoni. E prende nomi a caso.

Condividi